Tradimento, soluzione art attack

Pubblicato: Venerdì, 27 Marzo 2015

Ha suscitato clamore, nei giorni scorsi, la reazione violenta di un marito geloso che, sospettando la moglie di averlo tradito, le ha versato della colla nelle parti intime.

Il fatto, così traumatico da lasciare delle lesioni permanenti alla donna, è accaduto in Sudafrica. Nella brutale modalità della vendetta, si coglie la volonta’ dell’uomo di chiudere definitivamente le labbra (le grandi) alla propria compagna, per evitare forse che, esse, potessero svelare l’arcano. E dire che un rapporto, quando si rompe, è sempre difficile da ricostruire. Figurarsi incollarlo con la colla liquida. Che quell’antro cavernoso fosse aperto a diverse soluzioni era risaputo dai tempi di Eva, in tutto il globo terrestre ma, finora, nessuna mente, neppure la più perversa, era giunta a questa feroce conclusione. In fin dei conti, tra i due, anzi tra i tre litiganti, la persona ferita, quella “rotta” e come tale da riparare, e’ proprio l’uomo vittima del tradimento. Quella, cioe’, meritevole di attaccarsi la colla al… proprio organo riproduttivo, a mo’ di Attack. Chissà cosa ne verrebbe fuori, mutuando dalla semantica 2.0, il più classico dei “taglia-copia-incolla“.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy