Essere un po' in un altro mondo per un giorno

Pubblicato: Venerdì, 05 Giugno 2015

Di Paolo Savino

I cosplayer che hanno partecipato domenica

Ancora una volta parleremo di videogiochi in senso stretto ma di qualcosa strettamente legato a questo mondo: i cosplay. La pratica del cosplay non consiste altro che nel vestirsi da personaggi di film, videogiochi, telefilm, cartoni animati, fumetti ecc.

 

Si cerca di fare il proprio costume il più simile possibile a quello del proprio personaggio preferito e questo porta tutti gli appassionati anche a fare raduni e gare di cosplay.

Nelle gare i cosplayer possono puntare o sui dettagli del proprio costume o sull'interpretazione del proprio personaggio o sulle risate che può dare al pubblico e giudici.

Una di queste gare (forse la prima di tutta la Basilicata) si è svolta a Policoro il 31 Maggio durante la fiera del fumetto “Balloon” alla cui organizzazione ha partecipato il sottoscritto.

Dalle 17 cosplayer da Potenza e cosplayer locali hanno animato piazza Eraclea offrendo foto e giocando con i bambini fino al momento che aspettano tutti i cosplayer: la gara.

Nella gara veniva concesso al partecipante del tempo per fare una scenetta dove cercava di imitare il meglio possibile e poi scaduto questo tempo i giudici (segretamente) davano i propri voti ai vari cosplayer nei diversi aspetti dell'esibizione: i dettagli del costume, la somiglianza col personaggio, l'interpretazione e altri parametri che i giudici non mi hanno voluto rivelare.

I partecipanti sono stati abbastanza (9 tra gruppi e singoli) se considerato che è stata la prima edizione e che a Policoro la cultura del cosplay non è per nulla conosciuta e come se non bastasse anche i giudicie il presentatore erano in costume: alla regia avevamo Arale, un GhostBuster e il Cappelaio matto di Tim Burton mentre a presentare c'era Kaito Shion (uno dei Vocaloid, vi rimando all'articolo in cui ne ho parlato se ve lo siete perso).

Tra i partecipanti avevamo personaggi famosissimi per il pubblico (Pluto, un altro GhostBuster o Jigen di LupinIII) e altri un po' più sconosciuti (Gintoki di Gintama o Light Yagami da DeathNote) e devo dire che sono stati tutti fantastici sia per l'interpretazione che per i costumi.

Come ogni buon concorso c'erano le categorie: per il miglior maschile ha vinto il GhostBuster che parlava di come sia passato da catturare fantasmi a vendere aspirapolveri, per il miglior femminile ha vinto un cosplay di LadyGaga che ha cantato i playback facendo le mosse della cantante, mentre per il miglior gruppo hanno vinto Meiko e Ajano dei Vocaloid che hanno ballato la Caramelldansen.

Ci sarebbe molto da dire su questo evento ma preferisco dire le parole di un cosplayer del luogo che penso possano rendere meglio l'idea: “Qui a Policoro non c'è nulla per noi “nerd”, a giocare a Magic siamo 3. Il “Balloon” invece è l'unico evento che io aspetto tutto l'anno dove vengono i ragazzi da Matera e Potenza che condividono le nostre stesse passioni, poi quest'anno c'è stato il contest di cosplay e pur di parteciparvi ho preparato il costume stamattina. Grazie”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy