Il lavoro in America

Creato: Martedì, 01 Dicembre 2015 Pubblicato: Martedì, 01 Dicembre 2015

di Antonio Savino
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

La disoccupazione americana scende ai minimi dal 2008, spinge le Borse europee e apre la strada a un’aumento dei tassi d’interesse.

Ad ottobre l’economia degli Stati Uniti ha creato 271.000 posti di lavoro, ben oltre le attese degli analisti, e il tasso di disoccupazione è calato al 5 per cento. «La forte crescita dell’occupazione è un’ottima notizia», dice il presidente della Fed di Chicago, Charles Evans, che lascia capire come la strada verso un rialzo dei tassi a breve sia spianata. «Una forte occupazione può spingere l’inflazione verso il 2%. È su questo che ora dobbiamo concentrarci». In attesa di capire le mosse della banca centrale - l’80% degli esperti si aspetta un ritocco all’insù entro dicembre - i primi effetti si verificano sulle Borse europee, che abbandonano la parità. I dati sul lavoro mettono inoltre le ali al dollaro, che si è portato ai massimi da aprile contro l’euro.

Direttore Responsabile: Antonio Savino

Editore: Editgest s.r.l.

Direttore Editoriale: Luigi Triani

Telefono: 0971 1949636

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PubblicitàQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy