Il recinto bulgaro

Creato: Martedì, 31 Maggio 2016 Pubblicato: Martedì, 31 Maggio 2016

di Antonio Savino
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Invece di andare avanti torniamo indietro. Invece di abbattere i muri della vergogna, li costruiamo. invece di aprirci al mondo ci arrocchiamo per paura di accogliere chissà chi. In ordine di tempo, l'ultima è la Bulgaria che ha portato a termine la costruzione di ulteriori 35 km di barriera di filo spinato al confine con la Turchia, sul territorio della regione di Yambol.

Scopo della barriera, riferiscono i media locali, è di ostacolare il passaggio illegale in Bulgaria di migranti clandestini provenienti dalla Turchia. La lunghezza complessiva della barriera al confine con la Turchia dovrebbe arrivare a 268 chilometri. Il ministro dell'Interno, Rumyana Bachvarova, aveva dichiarato tre mesi fa che entro la fine dell'estate dovrebbero essere costruiti oltre 170 chilometri di barriera. Intanto le autorità di Sofia hanno inviato oggi un reparto militare di sessanta uomini con equipaggiamento tecnico per assistere la polizia al valico di frontiera di Kulata, al confine con la Grecia. Nel fine settimana a Kulata sono stati intercettati e bloccati un centinaio di migranti clandestini provenienti da Afghanistan, Siria e Iraq che poi sono stati rimandati in Grecia. 

L'Italia intensifica ulteriormente i controlli dei migranti lungo l'asse del Brennero.  Altri 50 agenti si aggiungono a quelli già in servizio al confine e sui treni. I rinforzi saranno impegnati soprattutto per i controlli lungo la statale e l'autostrada del Brennero. Particolare attenzione viene prestata ai bus di linea transfrontalieri, diretti a Innsbruck e Monaco, che vengono controllati durante le loro fermate a Bolzano e alla barriera autostradale di Vipiteno.

Direttore Responsabile: Antonio Savino

Editore: Editgest s.r.l.

Direttore Editoriale: Luigi Triani

Telefono: 0971 1949636

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PubblicitàQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy