Daesh spara sui civili

Creato: Lunedì, 06 Giugno 2016 Pubblicato: Lunedì, 06 Giugno 2016

di Antonio Savino
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.)


Non c'è pace a Falluja. I miliziani del Daesh sparano sui civili che cercano di fuggire dalla città irachena, roccaforte dei jihadisti assediata dalle forze governative: è quanto sostiene una ong umanitaria, il Consiglio norvegese dei rifugiati (Nrc), citata da Bbc, secondo la quale diverse persone sono state uccise mentre cercavano di attraversare l'Eufrate. Shakir al-Essawi, capo regionale dell'Nrc, ha raccontato che i civili «cercano di attraversare il fiume nascosti in frigoriferi, armadi e botti». 

«I nostri peggiori timori sono stati tragicamente confermati e i civili vengono colpiti mentre cercano di fuggire per mettersi in salvo», racconta, citato da Bbc, Nasr Muflahi, direttore di Nrc in Iraq, secondo cui «si tratta di uomini, donne e bambini innocenti che si sono lasciati tutto alle spalle e cercano solo di salvarsi la vita». 

L'Nrc (Norwegian Refugee Council), che gestisce campi per rifugiati nei pressi di Falluja e che ha raccolto testimonianze di chi è riuscito a lasciare la città assediata, stima che nel centro della città vi sono ancora circa 50.000 civili, che di fatto sono ostaggi dei jihadisti. Daesh da due anni tiene in mano la città irachena, a maggioranza sunnita, che sorge a 50 km a ovest di Baghdad. 

Inoltre le forze di sicurezza irachene hanno scoperto una fossa comune con più di 400 cadaveri in una zona di Falluja strappata al controllo del Daesh durante l'offensiva dell'esercito per la riconquista della città. Le persone uccise sono civili, militari e poliziotti assassinati dai jihadisti che controllano la città da gennaio del 2014.

Direttore Responsabile: Antonio Savino

Editore: Editgest s.r.l.

Direttore Editoriale: Luigi Triani

Telefono: 0971 1949636

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PubblicitàQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy