Più di 2000 morti

Creato: Domenica, 26 Aprile 2015 Pubblicato: Domenica, 26 Aprile 2015

di Antonio Savino
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Una nuova forte scossa di terremoto di magnitudo6.7 ha colpito il Nepal alle 9.09 ora italiana. L'epicentro e' stato localizzato a17 Km a sud di Kodar. Il sisma e' stato avvertito in tutta l'India settentrionale. "Siamo scappati tutti fuori dall'hotel Annapurna. La gente gridava e il pavimento dondolava come se si fosse sull'acqua". Questo il messaggio via Whatsapp dell'inviata dell'ANSA a Kathmandu subito dopo la nuova terribile scossa di terremoto in Nepal.

 

E il bilancio delle vittime del terremoto di ieri ha superato i 2000 morti.Ed è stata una notte di paura a Kathmandu per i sopravvissuti. "Ci sono state diverse scosse di assestamento, una notte orribile. Molte persone hanno dormito nelle loro auto o per strada", racconta all'ANSA Chris Decker, funzionario dell'Undp in Nepal, che ha passato la notte in macchina con la famiglia, compresi i due figli piccoli. L'Onu lancia l'allarme: sono circa 6,6 milioni le persone colpite dal sisma secondo l'ufficio dell'Onu a Kathmandu. "Siamo pronti ad assistere il governo del Nepal a rispondere a questa terribile tragedia", ha detto il coordinatore Jamie McGoldrick.
Il bilancio delle vittime del terremoto di ieri in Nepal ha superato i 2000 morti. Lo riferisce in diretta tv l'inviato del Times of India a Kathamandu.  Ed è stata una notte di paura a Kathmandu per i sopravvissuti. "Ci sono state diverse scosse di assestamento, una notte orribile. Molte persone hanno dormito nelle loro auto o per strada", racconta all'ANSA Chris Decker, funzionario dell'Undp in Nepal, che ha passato la notte in macchina con la famiglia, compresi i due figli piccoli.

Nel fortissimo terremoto è crollata anche la torre Dharahara, Dal 1979 patrimonio dell'Umanità, situata nel centro storico di Kathmandu, accanto a un crogiolo di templi e  palazzi. Sotto le sue macerie, secondo alcune fonti, sono rimaste 200 persone. Una torre "sfortunata": la prima torre, infatti, costruita nel 1826 per la regina Lalit, si ergeva per 11 piani ed è crollata dopo neanche un secolo a causa del  terremoto del 1934. Poi è stata ricostruita ed ora la seconda, di 9 piani e 62 metri di altezza, ha fatto la stessa fine. Si trattava di una torre costruita con polvere di marmo e lime, materiali molto poveri. Era un punto di attrazione per turisti, aveva una forma di minareto ed era diventata il simbolo di  Kathmandu.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy