L’oro del Cinema

Pubblicato: Mercoledì, 06 Aprile 2016

I migliori film dei festival internazionali di quest’anno approdano al Cinema Don Bosco di Potenza

I film di quest’anno cinematografico premiati nei maggiori festival internazionali sono i protagonisti della nuova edizione della rassegna L’oro del cinema, organizzata da Info&Tickets e da Cose di Teatro e musica presso il Cinema Don Bosco di Potenza, con proiezioni alle ore 19.15 e 21.30, da Giovedì 7 Aprile.

Si comincia (il 7 e l’8 Aprile) con il film di Gianfranco Rosi Fuocoammare, Orso d’Oro al Festival di Berlino, con cui il regista è riuscito a raccontare, seguendo alcuni veri abitanti dell’isola di Lampedusa, il dramma del confine più simbolico d’Europa…

Dalla Francia un ennesimo, superbo Fabrice Luchini (Moliere in bicicletta; Gemma Bovéry) nella commedia dolceamara La corte, che al Festival di Venezia di quest’anno ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura originale; mentre Luchini ha strappato la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile disegnando il ritratto di un giudice ipocondriaco, solitario e severissimo, con nel cuore un sentimento segreto che ha la potenza dell'ossessione…

All’interprete femminile, Sidse Babett Knudsen, è invece andato il César.

Il 21 Aprile tocca al film di Emmanuelle Bercot A testa alta, storia di un altro dei tanti “ragazzi selvaggi” raccontati dal cinema francese. Vincitore di due César, andati ai due protagonisti maschili, il film racconta le drammatiche vicende di un bambino abbandonato dalla madre e in lotta con giudici minorili, istituti, fughe e provvedimenti giudiziari.

Intimo, denso, surreale, Il condominio dei cuori infranti è una commedia seriamente ironica, intelligente e fuori dagli schemi, capace di commuovere con la forza del sorriso. Su un immobile grigio della banlieue parigina precipita un astronauta americano finito fuori rotta. Lo raccoglie un’anziana maghrebina, che lo accudisce come farebbe con il figlio. Intorno a loro, estranei e alienati peggio che su Marte, si muove, comico e struggente, un condominio di gente in caduta più o meno libera…

Melodramma intimo, “incantevolmente riscritto per lo schermo” da Andrew Haigh, regista e sceneggiatore; e interpretato da Charlotte Rampling e Tom Courtenay, premiati a Berlino per la naturalezza e sensibilità con cui hanno incarnato i protagonisti, 45 anni, in programma il 5 Maggio, racconta la vita di due anziani coniugi, pronti a festeggiare i 45 anni di matrimonio, quando giunge la notizia del ritrovamento del corpo della passata fidanzata di lui, scomparsa cinquant'anni prima in un crepaccio sulle Alpi…

“Un trionfo di puro cinema, di scrittura, recitazione, capacità di mettere in scena e ostinazione produttiva” è invece Lo chiamavano Jeeg Robot, candidato a ben 16 David di Donatello e latore di una visione del cinema di genere e di intrattenimento priva di qualsiasi boria intellettuale. Colmo di trovate ironiche e di invenzioni visive, il film è un vero e proprio film di supereroi, con la struttura e l'impianto dei più brillanti esempi statunitensi. “Mainetti ci sorprende per intuizioni, freschezza di idee, bravura del cast (stunt compresi)” (Maurizio Acerbi, Il Giornale).

Il 19 Maggio tocca a The Idol, il nuovo film del regista palestinese Hany Abu-Assad, già autore di due pellicole candidate all'Oscar per il miglior film straniero: Paradise Now e Omar. Presentato allo scorso Festival di Torino, subito definito: “il nuovo The Millionaire”- il film racconta una storia umana vera e sorprendente: quella del giovane palestinese Mohammad Assaf, un ragazzo di Gaza che aveva il sogno di cantare alla Cairo Opera House…“Una meravigliosa storia vera” (Indiewire).

Chiude la rassegna il 26 Maggio il regista dei pluripremiati Festen e Il sospetto, Thomas Vinterberg, che qui presenta una pellicola semi autobiografica: il regista ha infatti vissuto gli anni dell’adolescenza in una comune. “Opera corale oscillante tra dramma e commedia, La comune mette in scena l'utopia, bella ed un po’ ingenua, di una generazione. Chiaramente colmo di affetto per i suoi personaggi, Vinterberg li ritrae in modo appassionato e partecipe… Immensa Trine Dyrholm, che ha mostrato di aver ampiamente meritato l’Orso d’Argento con una recitazione perfetta” (Federico Gironi).

 


Potenza, Cinema Don Bosco, ore 19,15 e 21,30 - Dal 7 Aprile al 26 Maggio 2016

Biglietto € 5,00

Abbonamento a 8 film € 25,00

Abbonamento a 6 film a scelta € 20,00

 

Direttore Responsabile: Antonio Savino

Editore: Editgest s.r.l.

Direttore Editoriale: Luigi Triani

Telefono: 0971 1949636

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PubblicitàQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy