Coppa... di Champagne

Pubblicato: Giovedì, 10 Ottobre 2019

Tutto facile per il Potenza di coppa. Contro il Rende riesce a permettersi anche di sbagliare un rigore e di regalarne un altro senza assolutamente pregiudicare una gara condotta dall’inizio alla fine con grande autorità.

Potenza completamente stravolto quello del mercoledì di coppa. Tenuta gialla anche in casa e formazione del tutto inedita con Breza tra i pali; Sepe, Di Somma, Silvestri e Coccia in difesa, a centrocampo Coppola e Iuliano; Soure, Longo e Ferri Marini a supporto di Murano punta centrale.

Il Rende risponde con Borsellini in porta; Drkusic, Ampollini, Origlio, Nossa i quattro di difesa; centrocampo a tre con Cipolla, Bonetto e Ndiaye; in attacco: Libertazzi, Vigolo e Coly.

La partita è bella da subito con le squadre che provano ad affondare senza eccessivi tatticismi. Il Rende è abile a rubare palla e a ripartire a centrocampo e con due tentativi di Cipolla e Libertazzi,  nel primo quarto d’ora, avvisano il Potenza che nulla è ancora scritto. Ma allo scoccare della mezz'ora Ferri Marini devia in rete una palla messa in area da un perfetto calcio di punizione di Iuliano. E’ la svolta. Passano solo quattro minuti e Longo ruba palla a centrocampo e tutto solo si invola verso l’area avversaria e, dopo aver dribblato anche il portiere, scarica in rete il pallone del 2 a 0. Lo stesso Longo va vicino al terzo gol proprio allo scadere di tempo con un bel tiro da fuori che sfiora il palo alla sinistra di Borsellini.

Nella ripresa il Rende butta subito nella mischia Morselli che si fa vedere immediatamente con un tiro che colpisce il palo esterno della porta difesa da Breza. Il tentativo dà nuove speranze ai bianco-rossi che cambiano ancora, dentro Sicuro e Achik per Drkusic  e Vigolo ma i cambi non danno l’effetto sperato, anzi, è il Potenza a macinare gioco e farsi pericoloso prima con Iuliano che, con una bella azione personale, salta il centrocampo, entra in area ma calcia sul portiere.

Un minuto dopo, al 64°, Ferri Marini in area arpiona un pallone messo in mezzo da Longo, si gira e lo scarica sotto la traversa con tutta la forza che ha. 3 a 0 per i rossoblu.

Passano solo tre minuti e questa volta è Murano, su velo di Longo, a destreggiarsi in area e a calciare  di precisione, ma la sfera si infrange sulla traversa.

Al 68° fa il suo esordio nel Potenza il giovanissimo Volpe (classe 2002) al posto di Ferri Marini. Volpe, un nome una garanzia, infatti, al suo primo pallone giocato si guadagna subito un calcio di rigore, costringendo il difensore al fallo dopo una bella incursione in area dal fondo. Il rigore, calciato da Longo, però viene intuito e parato da Borsellini.

Rigore sbagliato, rigore subito. Al 73° Silvestri butta giù Libertazzi in area dopo aver sbagliato un controllo. Ed è’ Lo stesso Libertazzi a spiazzare Breza. 3 a 1.

Il Rende prova a riaprire la partita nell’ultimo quarto d’ora, e va anche vicino al gol con una bella percussione di Morselli che mette in mezzo un pallone pericolosissimo su cui Libertazzi non arriva in tempo.

La chiude invece il Potenza con una splendida giocata di Murano che, dopo aver superato mezza difesa, con un bel diagonale supera il neo entrato Palermo per il definitivo 4 a 1.

Un Potenza tutto nuovo fa anche meglio di quello collaudato. In grande spolvero Ferri Marini, Longo, ma anche Murano, i realizzatori di giornata sotto la regia di un ottimo Iuliano. Una menzione speciale al giovane Volpe che gioca da esperto veterano, si guadagna subito un penalty e fa tante belle giocate muovendosi in campo in maniera intelligente. Insomma a Raffaele non resta che festeggiare con una coppa di champagne non solo l'ingresso ai sedicesimi ma anche l’abbondanza di una rosa di grande qualità.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy