Covid19. SOS: Test,test,test!

Pubblicato: Venerdì, 10 Aprile 2020

di Vanessa Vaccaro

Presidente Bardi, l'organizzazione mondiale della Sanità con questo slogan definisce la strategia corretta per diminuire la mortalità legata al Covid19.
Da cittadina lucana costretta ad emigrare e da futuro medico sento il dovere di esprimerLe tutto il mio rammarico per la gestione dell'emergenza in questa Terra che non è la Sua, ma che Lei è chiamato a governare.

Nell’ ultima settimana abbiamo perso 14 concittadini, alcuni dei quali privi di comorbidità e che quindi si sarebbero potuti salvare se solo fosse stato fatto loro un tampone in tempi ragionevoli, ai primi sintomi, durante quella che viene definita la fase virale della malattia.
A chi dobbiamo dare la colpa per queste perdite? Ci è stato risposto che mancano i tamponi, le risorse, allora mi chiedo e Le chiedo Presidente come sia possibile che in una Terra come la nostra, ricca di petrolio, sfruttata e violentata, non ci siano i fondi per far fronte ad un campione di persone così piccolo.
Sono terrorizzata dal vuoto etico e morale che dilaga prorompente tra le istituzioni(volutamente in lettera minuscola) ma ancora di più dalla mancanza ad oggi, in piena emergenza, di un disegno emergenziale pragmatico.
Non possiamo essere sordi e ciechi di fronte a 14 morti potenzialmente evitabili che pesano sul cuore della nostra piccola comunità, non ci può essere richiamo al perdono di fronte alla superficialità che causa ritardi diagnostici e costringe all'ingresso in una terapia intensiva da cui non si fa più ritorno.
E domani chiediamoci anche il perchè di questo viaggio di sola andata, non sarà forse perchè il posto ricoperto è stato "conquistato" senza il minimo sforzo e questo autorizza a sentirsi i migliori senza bisogno di confronto?
Non possiamo spostare il problema alla periferia del nostro campo visivo facendoci investire da una fallace positività che in questo momento appartiene solo agli stolti.
Presidente adesso più che mai la nostra Terra ha bisogno di un Leader che lotti con noi e per noi, che gestisca il panico e lo smarrimento con ferma autorità e sentita partecipazione.
E' il momento di dare risposte concrete ai cittadini che l'hanno votata e anche a quelli che non l'hanno fatto, perchè questa battaglia non può e non deve avere colore politico ma deve essere guidata dal buon senso, dal duro lavoro e dalla competenza che richiama Fiducia.
E' il momento di fare scelte coraggiose, a costo di scomodare qualche fedele amico da poltrone che oggi non sono più il simbolo del potere e del prestigio ma sono soprattutto il simbolo della responsabilità civile, istituzionale e morale.
Riprendo le parole del dottor Fauci, immunologo a capo della task force americana anti covid19, non c'è una medicina miracolosa lì fuori, e per quanto la Comunità scientifica tutta si stia interrogando e stia mettendo in campo tutte le risorse intellettuali e farmacologiche ad oggi non abbiamo un'arma certa, ma sappiamo però che la diagnosi precoce e l'uso precoce di terapie quali antibiotici, antivirali, anticorpi monoclonali determina il confine tra la vita e la morte.
Presidente non possiamo perdere più tempo, bisogna fare quanti più tampini possibili,processarli velocemente, fornire mascherine chirurgiche a tutta la popolazione e mascherine ffp3 ed ffp2 a chi combatte in trincea, bisogna effettuare test sierologici per individuare i soggetti immunizzati, bisogna veicolare tutte le risorse economiche nella lotta al covid19 altrimenti rischiamo di ricevere il primato della regione con maggior numero di morti under65 e siamo stanchi noi lucani di concorrere sempre per il primato ad essere i peggiori.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy