Realizzato da Basileus comunicazione

E allora arrivederci, un perfido addio: goodbye

Pubblicato: Mercoledì, 01 Aprile 2015

di Federica Pergola

James Ellroy- considerato il padre del crime americano-avvia con questa storia oscura e sanguigna una nuova tetralogia dedicata a Los Angeles, dopo il celebre ciclo che lo ha consacrato tra i più grandi scrittori americani viventi (Dalia nera, il grande nulla, L.A. Confidential, White Jazz).

Recita il dizionario Garzanti della lingua italiana: “Perfidia: sostantivo femminile. 1. L’essere perfido; tendenza a comportarsi abitualmente con subdola malvagità. 2. Atto, discorso perfido; 3. Comportamento sleale, di chi agisce con intenzioni malvagie; che è incline a provocare, traendone soddisfazione, il male e il danno ad altre persone”.

E davvero di perfidia è imbevuto questo affresco dell’America del 1941; ma Perfidia è anche il leit motiv del romanzo, dove le note di Glenn Miller riecheggiano costantemente: c’è la sua band che le suona davanti a Bette Davis; dischi che le ripetono; personaggi che le ricordano sotto l’effetto di droghe o alcool… Con una ferocia lucida e straniante, Ellroy racconta ventitré giorni drammatici della storia americana, partendo dal 5 dicembre del 1941, a due giorni dall’attacco giapponese di Pearl Harbour. Una folla di personaggi, comparse, comprimari (e le partecipazioni straordinarie di Bette Davis, Jack Kennedy, Sergej Rachmaninov, Leonard Bernstein….) popola le pagine di questa storia crudele e disincantata, dove non c’è spazio per le consuete categorie di bene e male; dove il compromesso è sempre dietro l’angolo; dove i confini tra giusto e sbagliato hanno cessato di esistere. (Lei disse: Sta arrivando la guerra. – Sì, cosa ne pensa?; -Considero i grandi eventi come opportunità).

Costruito come il prequel della sua precedente serie, si ritrovano quindi uomini e donne che i lettori di Ellroy hanno già incontrato in precedenza, adesso immersi in quel “tradimento morale che è stato l’internamento dei cittadini giapponesi all’inizio della seconda guerra mondiale”. Dopo Pearl Harbour, infatti, scatta da parte del governo federale un piano di internamento di centinaia di migliaia di giapponesi “sospetti”. Dopo 12 giorni Little Tokio è decimata. Incarcerazioni, chiusura di attività, confische. E’ un momento particolare. Per chi non ha peli sullo stomaco si tratta di un’occasione irripetibile per guadagnare vagonate di dollari calpestando altri esseri umani… Non bastando ciò, la polizia di Los Angeles deve fare i conti con un efferato mistero che ha lasciato un’intera famiglia giapponese senza vita in casa propria.

Su un tappeto persiano inzuppato di sangue, vengono ritrovati quattro corpi. Papà, mamma, figlio, figlia. Una “nidiata di gialli”. Il momento potrebbe gridare di lasciar perdere, ma le indagini partono ugualmente. Quando ci si prepara a compiere una barbarie, bisogna infatti proteggersi le spalle…

To you my heart cries out “Perfidia”…

___________

Perfidia, di James Ellroy, Einaudi, €22,00

 

Perfida - Glenn Miller

 

 

 

 

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy