Realizzato da Basileus comunicazione

Fca, riparte la trattativa sul contratto nazionale

Pubblicato: Mercoledì, 15 Aprile 2015

Resta da sciogliere il nodo salariale. Intanto il segretario della Fim Evangelista rivendica il ruolo dello stabilimento lucano: “Senza Melfi produzione industriale italiana a picco”

Riprende venerdì 17, all’Unione Industriali di Torino, dopo quattro mesi di stop e in barba ad ogni scaramanzia, la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale degli 86 mila lavoratori Fca e Cnhi. Al centro del confronto tra azienda e sindacati ci sarà in particolare la questione salariale.

“Noi crediamo che siano maturi i tempi per dare ai lavoratori di Fca e Cnhi un nuovo contratto che riconosca sul piano economico e non solo il grande sforzo messo in campo dai dipendenti per riportare in alto il più importante gruppo industriale del paese”, spiega il segretario della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista. “La ripresa delle vendite, legate in particolare alle ottime performance di mercato dei modelli prodotti a Melfi, è un segnale positivo che va ulteriormente consolidato”.

Per Evangelista “un dato è ormai chiaro: l’Italia riparte se riparte la Fiat e la Fiat riparte anche grazie a Melfi. L’andamento della produzione industriale a febbraio è lì a confermare che senza il contributo del settore automobilistico e senza il grande lavoro che noi operai stiamo facendo a Melfi non ci sarebbe stato segno più. Quello che ci preoccupa è invece l'assenza di dibattito e di idee sul futuro dell’industria italiana. In questa fase di passaggio tra le difficoltà del recente passato e le prospettive positive del futuro - conclude il sindacalista della Fim lucana - è necessario che il sindacato si coalizzi per dettare una linea precisa e tutta sindacale su quello che si deve fare, non domani, ma oggi”.

 

 

 

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy