Realizzato da Basileus comunicazione

Non ci resta che… play-off

Pubblicato: Martedì, 28 Aprile 2015

di Pasquale Caputi

L’Andria ha definitivamente staccato il biglietto per la Lega Pro ed è partita per le vacanze. Alle altre non resta che lottare per il migliore piazzamento e sperare nel ripescaggio attraverso i play-off.
Nel girone H per la piazza d’onore se la vedranno Taranto e Potenza, anche se il pareggio in extremis dei rossoblu pugliesi in casa del San Severo, ha complicato la rincorsa dei lucani, che devono recuperare due punti in due giornate. L’impresa non è impossibile ma il calendario sembra favorire gli ionici. A fare da giudice c’è la Puteolana che il Taranto affronterà in casa e il Potenza in trasferta.

I campani sono alla disperata ricerca di punti per evitare la retrocessione diretta. Si trovano ad una sola lunghezza dalla Scafatese, terz’ultima, quindi c’è da immaginare che in queste rimanenti due gare combatteranno fino all’ultimo respiro per raggiungere i play-out, pertanto nessun risultato appare scontato. Come abbiamo imparato in questa competizione, il girone H riserva sorprese ad ogni partita, perciò evitiamo di fare previsioni che potrebbero essere miseramente smentite.

Per quanto riguarda il Potenza siamo sicuri che se a inizio campionato ci avessero detto: “Vi va bene arrivare terzi?”, avremmo risposto: “Dove bisogna firmare?” Adesso, che praticamente ci siamo, ci viene invece da storcere un po’ la bocca per più di un’occasione persa, come con l’Andria in casa, o con il Pomigliano o col Monopoli. Ma è inutile rivangare. Bisogna guardare avanti e sperare di riagguantare la seconda posizione, non tanto per il piazzamento in sé, ma piuttosto per la formula dei play-off di quest’anno che è così complicata che ci vuole un nobel per la matematica per capirci qualcosa, e magari uno psichiatra per comprendere la logica che c’è dietro a questo torneo.

Arrivare secondi dà un grande vantaggio, quello di giocare un’unica partita per qualificarsi alla fase finale. Partita che sarà giocata in casa e che basterà pareggiare per passare il turno. Infatti in questa prima fase non sono previsti i calci di rigore ma solo i tempi supplementari. Arrivare terzi invece comporterebbe affrontare una gara in casa con la vincente tra la quarta e la quinta classificata, e una fuori casa contro la seconda (sempre se non si viene sconfitti).

Ma facciamo un po’ di conti: se si arriva quarti o quinti in campionato, per vincere i play-off, bisogna giocare un numero di partite pari a quelle che si giocano in un campionato del mondo (ovvero 7). Se ci si piazza terzi in campionato le partite da giocare diventano 6, come quelle di un campionato europeo, mentre le seconde classificate, per arrivare in fondo al torneo, devono giocare 5 partite.
E le gare vengono giocate una ogni 3 giorni.

Chi invece arriva ai play-off dalla Coppa Italia, di partite ne deve giocare di meno: 4 la semifinalista, 3 la finalista e 2 la vincitrice della coppa.

E’ evidente che viene privilegiata (troppo) la Coppa Italia a discapito del campionato. Infatti le squadre qualificate (Monopoli, Correggese e Scandicci) hanno molto più tempo delle altre per prepararsi, senza dover pensare alle sorti del girone e ai piazzamenti.

E così, nel girone H, mentre Taranto, Potenza, Bisceglie e Brindisi ancora combattono per trovare il piazzamento migliore, il Monopoli può comodamente pensare a recuperare le forze, gli infortunati e gli squalificati. Le basterà soltanto gestire al meglio queste ultime partite per arrivare alla semifinale con la migliore formazione possibile, mentre le sue concorrenti dovranno ancora lottare fino alla fine del campionato e poi nelle le successive gare di play-off, che comporterà stanchezza, eventuali infortuni e squalifiche.

Per farla breve potremmo concludere questa piccola riflessione parafrasando la definizione di calcio di Gary Lineker: “I play-off sono un torneo complicatissimo, ma in fondo semplice, si gioca undici contro undici e alla fine vince il Monopoli”.

 

P.S.
La frase originale era: “Il calcio è un gioco semplice, si gioca undici contro undici e alla fine vince la Germania.”

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy