Realizzato da Basileus comunicazione

La serie D al microscopio - 30^ giornata

Pubblicato: Mercoledì, 15 Aprile 2015

di Pasquale Scarano

Il fato, ormai, aveva deciso l’esito della sfida dello “ Iacovone “, relegando in un angolo le speranze degli sconfitti, e dando nuova linfa alle ambizioni dei vincenti, dopo aver guidato con mano sicura la beffarda ed imprendibile traiettoria del pallone scagliato da un ispirato Marsili nella porta di un esterrefatto Patania. Eppure i leoni avevano smorzato gl’impeti degli avversari, chiudendo le vie esterne con i cursori laterali, e pressando su ogni pallone con i centrocampisti votati ad un costante sacrificio e con il reparto arretrato concentrato e deciso sui tentativi dei delfini.

In possesso di forza d’urto impressionante e vigoria atletica, gli jonici non sono riusciti ad asfaltare i potentini che hanno tenuto bene il campo, non riuscendo, solo per l’obiettiva forza degli avversari, a lanciare contropiedi efficaci verso la rete difesa da Mirarco. In realtà, sono emersi i valori tecnici dei rosso-blù di casa, diventati decisivi nel rompere l’equilibrio di un match che sembrava destinato al pari. Le squadre di successo hanno la capacità, con una giocata, di capovolgere le sorti di un confronto nel quale non sono emersi gesti di grande tecnica e qualità.
Nonostante tutto, i leoni avrebbero potuto impattare con il solito Palumbo (20 goal), se allo stesso non fosse stato fischiato un off-side nato dalla fantasia. Ma ora che succede dopo la sconfitta: è l’ora dei disertori? Neanche a parlarne, dicono i rosso-blù; la botta è stata forte, ma pare che i ragazzi di Giacomarro venderanno cara la pelle, fin all’ultimo respiro, ad incominciare con il San Severo al Viviani. Avversari tosti i cavalieri giallo-rossi, che hanno rifilato un poker al Brindisi di Castellucci, colpito a morte da Cinque, autore di 2 goal.

I delfini, invece se la giocheranno a Grottaglie, in un derby dove troveranno la disperazione dei giallo-blù, decisi a non perdere punti-salvezza. Gli uomini di Pizzonia, sono stati sconfitti a Manfredonia e, penultimi in classifica a 2 punti dalla Scafatese,non possono assolutamente permettersi una sconfitta che li condannerebbe ad una retrocessione diretta.Per ciò che concerne la Virtus, la squadra di Amirante s’è fatta sorprendere dal doppio k.o. di Pastore (i tifosi del potenza lo ricordano) ed è stata distrutta in casa da una tripletta del Pomigliano, collocato a sua volta al quint’ultimo posto in graduatoria.Per quanto riguarda i granata, la compagine di mister Sorianiello, ospiterà proprio i sinnici di Lazic, vittoriosi con un distratto Monopoli, ormai con la testa alla coppa, e attesi da un duro confronto in terra campana.Tra lucani e campani sarà un match da dentro o fuori, tenuto conto dell’albi-celeste Arzanese che, pur sconfitta a Bisceglie, (era andata addirittura in vantaggio) nutre speranze ed appare decisa ad approfittare dell’infelice momento della Gelbison. Capovolgendo il discorso, in zona play-off la Cavese ha surclassato la Sarnese con una cinquina; De Rosa, che nella circostanza ha realizzato 3 goal, è indiscusso capocannoniere a quota 23 reti.

Il Bisceglie, a sua volta, ha triplizzato l’Arzanese, e l’onnipresente Zotti ( 14 reti ) ha trascinato il team nero-azzurro alla vittoria.La sorprea è rappresentata dalla debacle del Brindisi che ne ha prese 4 a San Severo, ridimensionando la propria caratura tecnica, dopo un serie esplosiva di risultati.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy