Realizzato da Basileus comunicazione

Ancora dispersi 40 italiani in Nepal

Pubblicato: Martedì, 28 Aprile 2015

di Antonio Savino
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Il responsabile dell’unità di crisi della Farnesina, Claudio Taffuri, ha confermato che sono circa 40 i cittadini italiani, alpinisti e turisti, che “ancora non rispondono alle nostre chiamate”, sottolineando che, date le difficoltà delle  comunicazioni in Nepal  in questo momento, questo può significare che semplicemente non hanno modo di mettersi in contatto.

La squadra della Farnesina, che ha affiancato la protezione civile, “ha rintracciato 18 connazionali”, ma sarà necessario ancora del tempo per contattare tutti gli altri. In totale la Farnesina ha rintracciato “340 connazionali responsabile dell’unità di crisi della Farnesina, Claudio Taffuri, ha confermato che sono circa 340 sani e salvi, alpinisti e turisti”. Taffuri ha detto inoltre che un aereo “con un primo nucleo di connazionali a bordo” potrebbe rientrare già questa notte o al massimo domani mattina, poi “un secondo aereo più capiente porterà il resto dei connazionali, che non sono tutti a Kathmandu”.  Potrebbe salire a 10.000 il numero delle vittime del terremoto in Nepal di sabato scorso: lo ha detto il premier Sushil Koirala. Finora i morti accertati sono oltre 4.300. Stando alle stime del ministero dell'Interno, riferite dal quotidiano The Himalayan Times, i senzatetto sono circa un milione. Secondo il Centro nazionale delle operazioni di emergenza (Neoc), circa 6,6 milioni di persone sono state colpite in varia misura dal sisma in 34 distretti. Diverse località, nelle vallate più remote, sono ancora isolate e non sono state raggiunte dai soccorsi. Il governo stima inoltre che ci siano 400 mila edifici distrutti.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy