Realizzato da Basileus comunicazione

Ennesimo rinvio per i marò, assurdo!

Pubblicato: Martedì, 28 Aprile 2015

La Corte suprema indiana ha deciso di rinviare a dopo le vacanze estive della Corte (17 maggio-30 giugno), tutti i casi iscritti oggi compreso l’avvio della discussione del ricorso dei fucilieri di marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone contro la polizia investigativa Nia. Una decisione puramente tecnica, quella dei giudici, che hanno stabilito di dare la precedenza alla trattazione di cause in cui gli imputati siano passibili di pena di morte.

In questo modo sono stati rinviati i 25 casi che avrebbero dovuto essere discussi oggi. La Corte sospenderà poi tutte le udienze a partire dal 15 maggio. Il tweet: «Faremo di tutto» Immediata la pioggia di critiche in direzione del governo, accusato di «non godere di alcuna considerazione in ambito internazionale» (Savino, Forza Italia). E, ancora una volta, di non dar seguito a promesse e manifestazioni di eccessivo ottimismo. Era febbraio di un anno fa, quando il presidente del consiglio twittava: «Ho appena parlato al telefono con Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Faremo semplicemente di tutto». Sulla vicenda si era espressa anche la ministra della Difesa, Roberta Pinotti: «È la nostra prima preoccupazione ed il primo pensiero che dobbiamo avere». Con assicurazione di «massimo impegno» affidata al social media.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy