Realizzato da Basileus comunicazione

Vaccaro, Lauria, Di Senso - I Golden Boys del Potenza

Pubblicato: Martedì, 05 Maggio 2015

di Giancarlo Filiani

 

In Inghilterra li chiamano "ordinary people", gente comune. Come quella che incontriamo nei supermercati, sui tram, o nelle file agli uffici postali. Di chi vive la vita senza clamori o effetti speciali, sperando magari che un giorno qualche sogno nel cassetto, perchè no, si realizzi.

Probabilmente anche Raoul Vaccaro, Giuseppe Lauria e Pierpaolo Di Senso, calciatori del Potenza e lucani doc, appartengono a questa categoria; nel caso specifico di chi corre dietro un pallone seguendo passioni adolescenziali con il desiderio di diventare in futuro un calciatore affermato. Quanti di noi, giocando sotto il cortile con gli amici del rione, abbiamo "sognato" di giocare in serie A o anche, semplicemente al Viviani di Potenza? Immaginando di segnare un gol decisivo davanti ad una folla entusiasta..."… Dopotutto i sogni sono importanti soprattutto a vent’anni e anche più e i nostri bravi calciatori fatti in casa sono sulla buona strada, sta a loro con l’impegno e il sacrificio e con i consigli e gli allenamenti di un mastro di calcio come Giacomarro, a migliorare per raggiungere traguardi ancora più ambiziosi.

Stiliamo per ognuno di loro un breve profilo.

Raoul Vaccaro
Di nome fa Raoul come il grande campione spagnolo (sia pure con una O in più, ma la pronuncia è la medesima) delle merengues del Real Madrid e della nazionale iberica negli scorsi decenni. Un nome alquanto inconsueto per le nostre latitudine (il talento del Potenza è nato ad Avigliano nel giugno del 1996), evidentemente un predestinato. Gli esordi, giovanissimo, nell’Asso Potenza gli valgono le attenzioni degli osservatori della Salernitana che subito intravedono in lui buone qualità. Non si sbagliavano se è vero che nel corso della stagione 2011-2012 il bravo Raoul si trasferisce al Catania dove conferma alla grande le già buone premesse. Quest’anno il suo ingresso nella squadra rossoblu, a campionato già iniziato è passato quasi inosservato. Chiamato a surrogare l’infortunato calciatore congolese del Potenza Akuku, ha dimostrato sin dall’esordio di avere i numeri e la giusta personalità per guadagnarsi un posto in pianta stabile in prima squadra. E così è stato, non tradendo  la fiducia del tecnico Giacomarro che sin da subito ha fatto di lui un perno della formazione, ancor più prezioso trattandosi di under, ed è noto che under di qualità non è facile reperirne in questi campionati. Tecnica di base, buona visione di gioco, rifinitore ma anche realizzatore con ottime giocate. A volte si estrania un poco dal gioco ed eccede in leziosismi ma può migliorare tantissimo soprattuttto in termini di maggiore “cattiveria” agonistica. Di sicuro sarà uno dei pezzi pregiati del prossimo mercato calciatori e siamo certi che già molte squadre stanno facendo la fila per garantirsi le prestazioni del bravo centrocampista lucano.

Giuseppe Lauria
A vederlo nelle rare interviste Tv e nelle foto pre-partita in formazione, sembrerebbe più uno studente liceale o al più un universitario ai primi anni di studio e non pensi sinceramente che possa essere un calciatore. Ma si sa, le apparenze ingannano e infatti quando lo osservi giocare con quei piedi educatissimi, buone geometrie di gioco e personalità niente male, cambi subito idea. Nato a Pignola, da bambino era raccattapalle al Viviani e quindi il Potenza è nel suo DNA. Il buon Giuseppe la gavetta l’ha fatta eccome visto che giovanissimo è entrato a far parte della squadra Berretti della Cremonese, squadra lombarda di grande tradizione calcistica il cui settore giovanile è sempre stato all’avanguardia (un caso per tutti Gianluca Vialli). Poi un’esperienza addirittura in Inghilterra, patria del foot-ball, e qui il centrocampista lucano ha svolto, qualche stagione fa, la preparazione con il Reading, squadra londinese, dove ha potuto allenarsi con giocatori come Drenthe (olandese ex madrilista) e Bridge. Quale migliore occasione per migliorare l’inglese (che nella vita serve sempre) e fare un’esperienza di vita, e professionale, irripetibile. L’incontro con mister Giacomarro avviene a Termoli e Lauria pur disputando poche gare nel campionato Interregionale, si mette comunque in mostra con le qualità tecniche e la serietà negli allenamenti, tant’è che all’inizio di questa stagione l’allenatore siculo si ricorda di lui dandogli la possibilità di giocare nella sua terra. E proprio il tecnico siciliano, memore del suo passato di centrocampista dai piedi buoni (ha militato anche in serie A con il Verona), può fornirgli preziosi insegnamenti ben consapevole che il suddetto ruolo, nella zona nevralgica del campo, è pieno di difficoltà e insidie soprattutto in un torneo difficile e competitivo come quello in cui milita il Potenza. Per Lauria vale lo stesso discorso fatto per Vaccaro, c’è da limare qualche difetto in termini di grinta e continuità. Ma è indubbio che il giovane di Pignola costituisce uno dei punti di forza della squadra del Potenza tanto da meritare, recentemente, una clip sul noto canale Youtube dove le immagini esaltano le doti tecniche e tattiche del centrocampista lucano.

Pierpaolo Di Senso
Il direttore sportivo del Carpi (squadra sopresa della serie B già promossa in serie A pur se allestita con un budget piuttosto esiguo per la categoria) Cristiano Giuntoli, ha dichiarato in un'intervista: «Io prendo ragazzi gratis dai dilettanti, ho tre collaboratori e tanti amici che mi fanno segnalazioni, poi c’è il computer per lo scouting, ma l’ultima parola resta la mia. Li scelgo grossi e pesanti, oppure piccoli e agili: devono avere una qualità fisica che colpisca, in un’orchestra servono i tromboni e i violini. Ci vuole coraggio con i giovani, ma è un rischio calcolato. Abbiamo tagliato il budget del 40%, volevamo solo salvarci, siamo in cima: abbiamo azzeccato tante scommesse ...». Queste parole sembrano calzare alla perfezione per introdurre Piepaolo Di Senso, una vera rivelazione del torneo del Potenza, punta dal gol facile (e già siamo in doppia cifra a campionato ancora in corso). Classe 1986, fratello d'arte (anche il fratello Sebastian ha vestito la maglia rossoblu), oltre che con il Potenza ha girovagato per i campi polverosi della Basilicata (Melfi, Lavello, Murese, Genzano, Metapontino etc.) ed extra regione (Corato) affermandosi sempre a suon di gol.  Eppure all'inizio di questa annata calcistica nessuno avrebbe scommesso un soldo bucato sul calciatore di Bella pur avendo fatto benissimo nei campionati regionali. Ma tant'è, il Direttore Sportivo del Carpi ci insegna che non sono i nomi a fare una squadra di calcio e che non è detto che un calciatore che ha fatto bene nei campionati minori non possa fare altrettanto in palcoscenici superiori. Anzi a volte è vero l'esatto contrario considerato che i sacrifici, la voglia di emergere, l'umiltà negli allenamenti e il non arrendersi mai sono tutte qualità che prima o poi pagano. Doti che evidentemente Di Senso possiede e il primo ad accorgersene è stato il tecnico Giacomarro il quale, pur non conoscendo precedentemente l'atleta bellese, già in sede di ritiro ne ha apprezzato le indubbie qualità rimanendone positivamente colpito. E anche in una fase del torneo in cui Pierpaolo sembrava destinato alla panchina e quindi all'oblio calcistico, ha mostrato carattere a vendere riprendendo a segnare, tutte reti belle e spesso decisive. Ecco uno che la porta la vede eccome! Ottimo compagno di reparto del bomber Palumbo e spesso i suoi gol sono poesia. Provate ad immaginare se le reti spettacolari a Bisceglie o a Manfredonia il nostro le avesse segnate in altre categorie. Allora si, titoli in prima pagina ad esaltarne le prodezze balistiche. Ma anche le altre marcature realizzate completano il suo repertorio di attaccante con conclusioni a rete di destrezza, in acrobazia, di sponda. Certo, anche lui qualche volta si eclissa dal gioco e deve migliorare come tutti, ma il suo contributo al Potenza di quest'anno è stato senza dubbio determinante e di questo, noi tifosi rossoblu, dobbiamo sinceramente ringraziarlo.

PS = In quest'articolo abbiamo tracciato un breve profilo di tre calciatori lucani del Potenza senza dimenticare però che nella rosa di mister Giacomarro non sono stati i soli ad emergere essendoci altri atleti altrettanto validi e bravi.


Le foto utilizzate per la copertine sono tratte da: Rossoblu Magazine

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy