Realizzato da Basileus comunicazione

Incontri di pace

Pubblicato: Giovedì, 11 Giugno 2015

di Antonio Savino
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Papa Francesco, nell'incontro con il presidente Vladimir Putin, "ha affermato che occorre impegnarsi in un sincero e grande sforzo per realizzare la pace" in Ucraina. Lo riferisce padre Federico Lombardi. Il Papa ha chiesto che "tutte le parti si impegnino per attuare gli accordi di Minsk". Inoltre ha affermato che è "essenziale anche l'impegno per affrontare la grave situazione umanitaria" in Ucraina, "assicurando fra l'altro l'accesso agli agenti umanitari e con il contributo di tutte le parti per una progressiva distensione della Regione".

Il colloquio tra Papa Francesco e il presidente russo Vladimir Putin, ha spiegato ancora padre Lombardi, "è stato dedicato principalmente al conflitto in Ucraina ed alla situazione nel Medio Oriente".
Per quanto riguarda i conflitti in corso nel Medio Oriente, sul territorio della Siria e dell'Iraq, "è stato sostanzialmente confermato - ha riferito padre Lombardi - quanto già condiviso circa l'urgenza di perseguire la pace con l'interessamento concreto della comunità internazionale, assicurando nel frattempo le condizioni necessarie per la vita di tutte le componenti della società, comprese le minoranze religiose e in particolare i cristiani".

L'incontro in Vaticano tra il Papa e il presidente russo è durato circa un'ora e venti minuti, di cui 50 a quattr'occhi.

Putin era arrivato ieri alle 18.10, con oltre un'ora di ritardo. Ad accoglierlo, nel cortile di San Damaso, il prefetto della Casa pontificia, monsignor Georg Gaenswein. Dopo avere salutato lo storico segretario di Joseph Ratzinger e i gentiluomini di Sua Santità, Putin era entrato nel palazzo apostolico, dove alla biblioteca della seconda loggia lo attendeva papa Francesco.

Nella,  mattinata sempre di ieri, il presidente russo è stato a Milano, all'Expo.

Putin a Expo: le sanzioni a Mosca danneggiano l'Italia. Le società italiane del settore tecnologico-militare hanno già perso un miliardo di euro a causa delle sanzioni occidentali contro la Russia: lo ha affermato Vladimir Putin, rispondendo in conferenza stampa all'Expo dopo l'incontro con il presidente del Consiglio Matteo Renzi

Putin ha detto di aver discusso con il premier italiano un contratto da 3 miliardi di euro, che riguarda il progetto tra la corporation statale Rostec e l'italiana Finmeccanica per la costruzione di elicotteri per Rosneft. 

Il presidente russo ha fornito una serie di dati sulle conseguenze che le sanzioni hanno già avuto sui rapporti commerciali con l'Italia: - 10% nel 2014, -25% nel primo trimestre dell'anno in corso. "Prima o poi le parti coinvolte rinunceranno a queste sanzioni e alle reciproche limitazioni" che stanno danneggiando le economie di tutti i Paesi coinvolti, ha aggiunto Putin. 

L'incontro con Renzi. "Grazie di essere con noi a Milano e di aver contribuito al successo di Expo 2015". Lo ha detto il premier Matteo Renzi intervenendo al national day russo all'Expo, alla presenza del premier russo Vladimir Putin. 

"La federazione russa è stata fra le prime a sostenere candidatura di Milano - ha aggiunto - Pensiamo che Expo non sia solo un grande appuntamento turistico o fieristico e commerciale, vogliamo fare dell'Expo un'occasione per riflettere sui grandi tempi della nutrizione del pianeta e dell'energia". "L'Italia è un grande partner della Russia in Europa", ha detto il presidente russo Vladimir Putin all'Expo davanti al premier Matteo Renzi. "Da oltre 500 anni vi sono "rapporti strettissimi tra i nostri due Paesi": ha aggiunto Putin nel suo intervento per la celebrazione della Giornata della Russia all'Expo. 

Conto di venire in Russia ai Mondiali di calcio del 2018. Spero di venire e di darvi qualche dispiacere con la nazionale italiana". Con questa battuta il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha espresso il suo favore per lo svolgimento dei mondiali di calcio in Russia nel 2018. Il premier, riferendosi alla visita che avrebbe fatto con Putin al padiglione della Russia, ha poi sorriso e aggiunto: "Sono molto preoccupato per la gestione delle bevande, pensando alla forza di quella tradizionale russa".

 

 

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy