L'eroe senza ali

Pubblicato: Mercoledì, 22 Settembre 2021

L'epopea di De Bosis nel libro di Giovanni Grasso presentato a Roma al Parco della Musica

di Dora Attubato

Roma - Amare da morire. Era il sentimento fortissimo che Lauro De Bosis provava per la sua Italia, una passione che lo portò esattamente novant'anni fa a volare su Roma con un aereo di fortuna per lanciare su piazza Venezia alcuni volantini in cui esortava il popolo a ribellarsi al Fascismo.

Il velivolo, non avendo carburante sufficiente, si eclissò nel Tirreno e di De Bosis non si seppe più nulla. Al pari di Icaro, le sue ali si spezzarono per amore della libertà. E come le sue ali, si spezzò anche il cuore di Ruth, la sua amata, che gli fu fedele nel ricordo fino all'ultimo dei suoi giorni. Un grande amore che rivive nel libro di Giovanni Grasso, Icaro, il volo su Roma (Rizzoli editore), presentato all'Auditorium Parco della Musica alla presenza, tra gli altri, della senatrice a vita Liliana Segre.

Le voci dei due amanti, interpretate da Claudia Gerini e Francesco Pannofino, riecheggiano un passato che brucia ancora nella memoria dell'ambasciatore Alessandro Cortese De Bosis, nipote d Lauro, che insieme all'autore, ripercorre le fasi della tragica vicenda che coinvolse la sua famiglia nell'Italietta degli anni Trenta, tra convenzioni, perbenismo, sentimenti sovversivi taciuti. Una vicenda che intreccia i destini degli esuli antifascisti in Francia e Inghilterra; che approda oltreoceano, a New York, dove i due protagonisti consumano il loro amore, e che ha il suo tragico epilogo a Roma. La città eterna li aveva fatti incontrare e, in eterno, li aveva divisi. Ruth Draper, attrice statunitense colta e riservata, durante una tournée nel Belpaese, che prevedeva una performance anche al cospetto del Duce, aveva conosciuto Lauro, dandy e poeta dallo spirito libero.

Nonostante la differenza di età (lei con diciassette primavere più di lui), la fiamma della loro passione non si spegnerà mai e, da qualche parte, le profondità del Tirreno si ritireranno per continuare a farla bruciare.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy