Un passo avanti per volare

Pubblicato: Mercoledì, 14 Gennaio 2015

L'assessore regionale alle infrastrutture, Aldo Berlinguer, ha annunciato l'intenzione di voler "combattere fino all'ultimo" per la candidatura della pista Mattei di Pisticci ad “aeroporto d'interesse nazionale.

E' quanto è emerso a Roma, nell’ufficio di rappresentanza della Regione Basilicata, nel corso di una riunione della Commissione interregionale alle infrastrutture. L’aviosuperficie Enrico Mattei è stata realizzata negli anni sessanta, durante l'industrializzazione della valle del Basento ed è rimasta inutilizzata per molto tempo. Si tratta in realtà di una semplice pista di atterraggio che fu voluta da Enrico Mattei nella strategia di una sua maggiore personale rapidità di spostamento tra i siti ENI; la struttura infatti sorse nel perimetro dello stabilimento Anic, di cui ne rappresentava pertinenza, assolutamente chiusa al resto del territorio.

L'aviosuperficie è situata a Pisticci, nel sud della Basilicata in provincia di Matera. È provvista di una pista lunga 1 440 m con zona R.E.S.A.(Runway end safety area) di 200 m, un parcheggio aeromobili di circa 2 ettari, un hangar, una torre di controllo, un'aerostazione e un impianto carburanti. La pista, abilitata dall'ENAC esclusivamente per uso turistico privato, viene utilizzata solamente da aerei di piccole dimensioni.

 

Il 22 maggio 2014 è stata affidata dal CSI (consorzio per lo sviluppo industriale) di Matera, la gestione della stessa aviosuperficie alla società aerotaxi Winfly che ha sede all'aeroporto di Pontecagnano. Il contratto di gestione comprende il completamento dei lavori dell'aviosuperficie con allungamento a 1600m, impianto voli notturni e avvio dell'omonima aviosuperficie, come aeroporto di Basilicata.

Direttore Responsabile: Antonio Savino

Editore: Ass. Officinia Italia - Potenza

Direttore Editoriale: Luigi Triani

Telefono: 0971 1949636

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PubblicitàQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy